Your browser does not support JavaScript!
Questo sito Web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito Web. Per saperne di più...
Questo sito Web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito Web. Per saperne di più...

COVID-19: I purificatori d'aria sono efficaci contro la trasmissione di virus?

Nel dicembre 2019, un virus respiratorio della famiglia Coronavirus è apparso nella regione cinese di Wuhan e da allora si è diffuso in tutti i continenti. I coronavirus sono una grande famiglia di virus che causano malattie che possono variare da da un semplice raffreddore (diversi virus stagionali sono Coronavirus) a patologie più gravi come MERS-COV o SARS. Il nuovo coronavirus è stato denominato SARS-CoV-2 e la malattia che provoca è stata denominata COVID-19 dall'Organizzazione mondiale della sanità (OMS). Come vengono trasmessi questi virus e come puoi proteggerti da loro?

Qual è la differenza tra un batterio e un virus?

I batteri, una cellula autonoma

Il batterio è un microrganismo vivente, composto da una cellula, in grado di riprodursi per semplice divisione cellulare e possedere un proprio metabolismo. Il corpo umano ospita miliardi di batteri e la maggior parte di loro lo sono nnocuo e persino utile al nostro corpo. Alcuni sono tuttavia patogeni e responsabili Malattie infettive. I batteri possono essere combattuti con gli antibiotici.

Il virus, un'entità parassitaria

A differenza dei batteri, il virus non è un organismo vivente autonomo. È una specie di parassita intercellulare che ha bisogno di entrare in una cellula per vivere e moltiplicarsi. Tuttavia un virus può sopravvivere da solo per alcune ore in una goccia d'acqua. È in questa forma che viene trasportato per via aerea. Gli antibiotici no nessun effetto sui virus. Gli unici metodi affidabili ed efficaci rimangono la prevenzione da evitare trasmissione e vaccinazione.

Aerosol, una delle principali vie di trasmissione di COVID-19 e altri virus

Virus e batteri hanno vie di trasmissione simili, entrano nel corpo attraverso il contatto cutanea, dal cibo che ingeriamo ma anche, e anche, come ormai è ben noto, dall'aria che respiriamo.

  • Vie aeree attraverso aerosol: la trasmissione avviene tramite micro goccioline di dimensione nanometrico o micrometrico fluttuante nell'aria, da cui il nome aerosol. Emettiamo questi aerosol quando parliamo e respiriamo, insomma definitivamente! Possono trasportare cariche virali da persone infette per diverse ore e diversi metri, a seconda dell'ambiente, dell'umidità ambientale, della temperatura, della circolazione dell'aria, ecc. Questa via di trasmissione è ora riconosciuto come un modo importante di trasmissione per alcuni virus, come i coronavirus.
  • Goccioline: quando una persona tossisce o sputa mentre parla, goccioline di grandi dimensioni i fianchi ("postiglioni") vengono espettorati in aria ma rimangono lì per un breve periodo. Queste goccioline possono essere a canale di trasmissione virus diretto alle persone nelle immediate vicinanze dell'emettitore. Anche i virus possono esserlo depositare sulle superfici e poi essere trasmesso per contatto con la pelle. La mano tocca una superficie contaminata poi viene portato in faccia. Questo percorso di trasmissione è quindi ibrido tra il percorso dell'aria in alto e il percorso di contatto in basso.
  • Modo di contatto: la trasmissione infettiva avviene attraverso la pelle o il contatto ravvicinato. Il il virus può quindi entrare nel corpo attraverso la bocca se una mano infetta viene portata sul viso, ad esempio, o attraverso il sangue in caso di micro-lesioni cutaneo.

Come con altri virus, COVID-19 può essere trasmesso da tutte queste vie, ma in particolare da aerosol e le vie aeree come mostrato dalle misurazioni effettuate in un ospedale cittadino da Wuhan in Cina. Queste misure sono stati pubblicati in un articolo sulla prestigiosa rivista scientifica Nature dell'aprile 2020 1. Uno studio pubblicato su Science 2 indica che COVID-19 può rimanere sospeso per diverse ore in l'aria. A giugno 2020, di più di 200 ricercatori provenienti da più di 30 paesi uniti per mettere in guardia sull'importanza della trasmissione di COVID-19 dagli aerosol.

purificateur d'air virus

L'OMS ha descritto i meccanismi di esposizione alle goccioline di COVID-19 e SARSCoV-2 (colore blu scuro). Il colore azzurro rappresenta i meccanismi di sospensione pneumatica noti alla SARS CoV -1 e altra influenza, per SARS-CoV-2 non ci sono attualmente prove specificatamente riportate (fonte: AICVF, per gentile concessione di Francesco Franchimon).

La trasmissione aerea di COVID-19 è ora ampiamente riconosciuta dalle comunità scientifico e medico. Possono depuratori d'aria che agiscono sugli inquinanti presenti nell'aria contribuire a ridurre il rischio di trasmissione di malattie?

I purificatori d'aria sono efficaci contro virus e COVID-19?

Come preambolo, si noti che la prima regola da applicare nell'aria interna è quella di garantire un buon flusso di ventilazione: più l'aria in uno spazio chiuso viene rapidamente rinnovata, minore è la concentrazione di virus diffusi da occupanti dello spazio sarà alto. Purtroppo non è sempre facile garantire un elevato ricambio d'aria fresca, a seconda del sistema di ventilazione dell'edificio, dei rumori esterni o delle intemperie se bisogna aprire le finestre, ecc Da qui l'interesse di purificatori d'aria per fornire ulteriore sicurezza.

A settembre, il Gruppo di lavoro sui depuratori d'aria dell'associazione FIMEA (Federazione interprofessionale dei mestieri dell'ambiente atmosferico) ha inviato alle autorità pubbliche una lettera aperta in cui dichiarava:

“(...) I professionisti dell'aria, della ventilazione e della climatizzazione di tutto il mondo hanno sottolineato l'importanza di includere il trattamento dell'aria interna nella lotta contro il coronavirus. Hanno formulato raccomandazioni su questo punto in vari documenti e rapporti, sempre sulla base dello stato attuale delle conoscenze. (...) Alla luce di tutti questi elementi, sembra che agire sull'aria interna in generale sia una questione di salute pubblica e un fattore chiave di cui tenere conto nella lotta al Covid-19. L'utilizzo di dispositivi come i purificatori / purificatori d'aria, infatti, fornisce vere e proprie soluzioni di prevenzione.”

Il 12 settembre, la regione Auvergne-Rhône-Alpes ha annunciato l'attrezzatura delle scuole con depuratori aria, considerata "il punto cieco nella lotta contro il Covid-19 in Francia, pur essendo moltissimi studi dimostrano che l'aria è un vettore di propagazione".

In pratica, un purificatore d'aria riduce la concentrazione media di particelle nella stanza, compreso quello degli aerosol emessi dalla parola e dalla respirazione umana, che sono uno dei altre particelle. Il rischio medio di trasmissione del virus può quindi essere considerato ridotto dai purificatori d'aria. Tuttavia, la riduzione "media" degli aerosol non è una garanzia di non trasmissione di virus, e l'efficienza dipende molto dal implementazione ... Vediamo in dettaglio questo di seguito!

Quale tecnologia di purificazione dell'aria può essere utilizzata per eliminare i virus e in particolare il COVID-19?

Per giudicare l'efficienza della cattura di un aerosol mediante le tecnologie di purificazione dell'aria, è necessario tenere conto delle dimensioni delle particelle sospese nell'aria. I batteri sono per lo più da 1 a 10 micrometri (scritti µm - da 1 a 10 millesimi di millimetro) mentre i virus hanno una dimensione media da 10 a 400 nanometri, ovvero da 10 a 100 volte più piccoli! Questi agenti patogeni sono da 100 a 10.000 volte più piccoli di un granello di sabbia! Secondo uno studio pubblicato sulla rivista medica scientifica britannica The Lancet COVID-19 ha una dimensione relativamente grande per un virus: 100-150 nm che corrisponde a 0,1 - 0,15 micrometri.

Tuttavia i virus non viaggiano "da soli" nell'aria, sono trasportati da micro-goccioline d'acqua che sono comunemente stimano che abbiano dimensioni inferiori a 5 micron. Misurazioni effettuate negli ospedali della città da Wuhan in Cina, pubblicati sulla rivista Nature 1, mostrano un ampio spettro di dimensioni di aerosol, che vanno da pochi decine di nanometri a diversi micrometri:

purificateur d'air virus

I dispositivi di filtraggio "meccanico" di tipo HEPA sono normalmente in grado di catturare gli aerosol che passano attraverso il filtro. Tuttavia, ovviamente non possono catturare aerosol dall'aria che non passa attraverso il filtro, a tasso di rinnovo di aria significativa (minimo 1 volume ora) è quindi necessario per ottenere una riduzione significativa. comunque, il la circolazione dell'aria indotta dal filtro purificatore indurrà velocità dell'aria nella stanza che potrebbero, a al contrario, accelera lo spostamento di aerosol che trasportano virus e quindi un possibile aumento del rischio di trasmissione. È quindi molto difficile pronunciarsi sulla reale efficacia di un tale dispositivo sulla trasmissione di virus.

Altre tecnologie riconosciute come biocidi vengono utilizzate per sostituire o completare i filtri: UVC, fotocatalisi, ozono, plasma freddo. Tutte queste tecnologie presentano rischi di emissione dei cosiddetti inquinanti secondari che sono potenzialmente dannoso per la salute. Si consiglia il loro utilizzo in spazi non occupati, il che rende dubbia la loro utilità. nella lotta alla trasmissione del virus ...

Efficacia dei purificatori d'aria TEQOYA sui virus, incluso Covid-19

I purificatori d'aria ionizzanti TEQOYA possono essere efficaci contro i virus, e in particolare contro Coronavirus SARS-CoV-2 responsabile della pandemia COVID-19? Abbiamo molti risultati sperimentali per anticipo che i nostri dispositivi ridurre la carica virale dell'aria negli spazi dotati di:

1- Sono stati testati su un ampio campione di particelle di varie dimensioni, fino a 7 nanometri. Test delle prestazioni dei nostri dispositivi mostrano la loro efficacia, anche sulle nanoparticelle.

2- I purificatori d'aria TEQOYA sono stati testati su bio-contaminanti, virus e batteri, in diversi laboratori. I risultati mostrano un'eliminazione molto netta di circa il 90% dei batteri dall'aria:

3- Questi risultati sono stati recentemente confermati per i virus, utilizzando un protocollo di test innovativo per valutare la riduzione della carica virale nell'aria infetta. Una riduzione del 75% della viralità degli aerosol infettato dal virus dell'influenza H1N1 è stato così misurato! Un altro studio, pubblicato sulla rivista La natura, mostra la forte riduzione della diffusione di un virus attraverso l'uso di uno ionizzatore aria3.

4- Abbiamo più risultati che mostrano la rapida riduzione delle micro goccioline d'acqua che sono il vettore trasmissione di virus per via aerea.

purificateur d'air virus

purificateur d'air virus

Misura della riduzione dell'aerosol nel laboratorio dell'Università degli Studi di Roma Sapienza

La tecnologia di ionizzazione dell'aria di TEQOYA può quindi essere utile per ridurre il rischio di trasmissione infezioni attraverso l'aria, oltre a ridurre la densità nell'aria di molte particelle (residui di combustione, residui minerali, fase liquida di composti organici semivolatili).

I vantaggi aggiuntivi degli ionizzatori d'aria TEQOYA

Oltre alla loro capacità di pulizia, gli ionizzatori d'aria TEQOYA hanno altri vantaggi pratici rispetto altre tecnologie di purificazione dell'aria, per combattere la trasmissione di virus e COVID da parte di particolare. Alcune spiegazioni:

La ionizzazione aumenta l'efficienza di filtrazione delle maschere. Secondo uno studio scientifico eseguito da laboratori americani e coreani (Lee, Byung & Yermakov, Mikhail & Grinshpun, Sergey. (2005). Aerosol and Air Quality Research), la ionizzazione dell'aria aumenta l'efficacia delle maschere. Esiste quindi una sinergia tra maschere e ionizzatori d'aria per ridurre ulteriormente il rischio di trasmissione di infezioni.

Un "classico" purificatore d'aria a filtro, per la circolazione d'aria che induce dal ventilatore, è suscettibile accelerare il movimento di aerosol infetti e può quindi aumentare potenzialmente il rischio di trasmissione. L'OMS ha in particolare messo in guardia sull'uso di ventilatori in ambienti chiusi nel contesto del Covid-19. Uno ionizzatore d'aria senza ventola come quelli di TEQOYA, al contrario, non incoraggia mobilità degli aerosol presenti nell'aria.

Tutti questi elementi suggeriscono che l'uso di purificatori d'aria ionizzatori può essere a efficace soluzione complementare ai gesti di barriera raccomandati dalle autorità mediche, in particolare il lavaggio regolare delle mani e indossare una maschera, per ridurre il rischio di trasmissione, specialmente in uno spazio ad alta occupazione, o tra le persone vicine l'una all'altra.

Sources :

  • 1Liu, Y., Ning, Z., Chen, Y. et al. Aerodynamic analysis of SARS-CoV-2 in two Wuhan hospitals. Nature 582, 557–560 (2020)
  • 2Kimberly A. Prather, Linsey C. Marr et al. Airborne transmission of SARS-CoV-2. Science 16 Oct 2020: Vol. 370, Issue 6514, pp. 303-304
  • 3Hagbom, M., Nordgren, J., Nybom, R. et al. Ionizing air affects influenza virus infectivity and prevents airborne-transmission. Sci Rep 5, 11431 (2015).

TEQOYA ora dispone di test di laboratorio indipendenti per i virus. Scrivici a contact@teqoya.com per ulteriori informazioni.

Rimanete in contatto con noi

Ricevete la nostra Newsletter

Inserire un indirizzo email valido

© Copyright 2021 TEQOYA